Copertina JONAS FINK_72dpi

Il grande ritorno di Jonas Fink: incontro con il maestro del fumetto Vittorio Giardino – venerdì 30 marzo

Dopo 20 anni di attesa, arriva nelle librerie e a Spazio 32 “Il libraio di Praga”, nuovo e conclusivo capitolo delle avventure di Jonas Fink, il personaggio più amato del maestro del fumetto Vittorio Giardino, che sarà ospite a Spazio 32 venerdì 30 marzo (ore 18.00).

Considerato il più raffinato autore di fumetti italiano – che insieme a grandi nomi come Crepax, Magnus, Manara e Pratt ha elevato il genere ad arte, facendolo conoscere in tutta Europa – Vittorio Giardino incontrerà il pubblico di Spazio 32 e dialogherà con il giornalista, critico e storico dell’immagine Ferruccio Giromini per raccontare “Jonas Fink. Una vita in sospeso” (Rizzoli Lizard, 2018), il nuovo volume di oltre 300 pagine in cui sono raccolte, oltre al nuovo capitolo, anche le prime due parti (“L’infanzia” e “L’adolescenza”) della saga che ha tenuto con il fiato sospeso migliaia di lettori.

Comparsa per la prima volta all’indomani del crollo del muro di Berlino, la serie di Jonas Fink narra dell’eponimo protagonista dall’infanzia nella Praga comunista degli anni ’50 fino all’età adulta. Jonas ha solo dodici anni quando suo padre, un onesto ebreo borghese, viene arrestato con l’accusa di aver cospirato contro il regime comunista che dal 1949 tenne sotto scacco la Cecoslovacchia. Comincia così l’incubo di un ragazzo segnato dal marchio dell’infamia, vittima di una realtà in cui anche i muri hanno orecchi e la delazione è all’ordine del giorno. Oggi, il volume conclusivo ci riporta all’intensa e luminosa stagione del Sessantotto – in coincidenza con il cinquantesimo anniversario della Primavera di Praga – dove ritroviamo Jonas cresciuto e divenuto responsabile di una libreria della capitale cecoslovacca, ma sempre al centro di intrighi politici.

Oltre a Jonas Fink, Giardino è famoso per due altri personaggi, il detective Sam Pezzo, investigatore privato in una Bologna nera e crudele, e l’agente segreto francese Max Fridman nell’Europa del 1938: storie hard boiled e spy story, che però non sacrificano all’azione o all’intreccio l’accurata ricostruzione storica. L’attenzione di Giardino per i luoghi e l’atmosfera che li caratterizza si unisce alla sua eleganza essenziale, con cui eleva la ligne claire – uno stile francofono fatto di tratti semplici, lineari, privi di ombreggiature – verso le sue vette più elevate: una vera e propria gioia per gli occhi.

In occasione dell’incontro sarà possibile acquistare le copie del volume grazie alla collaborazione con la Libreria del Fumetto “Comic House” di Sarzana.

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *